NEWS >

Progetti sul gender mainstreaming e sul finanziamento a terze parti: le buone pratiche presentate a Valladolid

07.11.2023

Durante la giornata di Martedì 17 Ottobre 2023 a Valladolid, presso il “Laboratorio de las Artes de Valladolid”, sono stati presentati alla rete europea dei Punti di Contatto Nazionali del Programma CERV diversi progetti in materia di gender mainstreaming e di sistemi di finanziamento a cascata.

Lara Rot, dell’Asociación, Bienestar y Desarrollo (ABD), ha presentato tre diversi progetti che trattano tematiche legate alla questione di genere. Prima di questi progetti però, è stato contestualizzato il lavoro dell’associazione ABD e la metodologia applicata dall’organizzazione per assicurare la parità di genere, all’interno della stessa organizzazione, nel quadro dei servizi che eroga e nei loro progetti. Dapprima è stato presentato l’equality plan dell’organizzazione, quindi le diverse aree di intervento e le conseguenti misure che l’associazione si impegna ad implementare. Dopodiché, è stato presentato il “Protocollo per la prevenzione e l’azione contro le molestie sessuali e le molestie basate sul genere sul luogo di lavoro”: con l’obiettivo di fornire informazioni su cosa siano le molestie sessuali e come prevenirle. Successivamente è stato fatto riferimento alla formazione che viene offerta all’interno dell’organizzazione riguardo il gender mainstreaming.

La presentazione è proseguita con l’analisi degli strumenti e dei suggerimenti per progetti che intendano operare sulle tematiche di genere o che comunque le tengano in considerazione, anche se ad esse non sono principalmente dedicati. In particolare, sono state illustrate le procedure riguardo al genere che ABD attua nella diagnosi, nella progettazione, nell’implementazione e nella valutazione di progetti. Queste consistono nel procedere attraverso diversi step in cui è necessario porsi determinate questioni e domande per assicurare il pieno rispetto della parità di genere – vi consigliamo di consultarle nelle slide dedicate.

Si è poi passati alla disamina dei progetti vinti da ABD che operano su questo argomento. Il primo è CRISSCROSS (finanziato sul bando CERV-2022-DAPHNE), un progetto che ha come coordinatore ABD in consorzio altri sei partner, il cui obiettivo è contrastare la violenza di genere nella vita notturna, nel tempo libero e nei luoghi di socializzazione, nei luoghi frequentati da giovani e giovani adulti (16-24 anni). Attraverso un approccio metodologico che comprende il behaviour change wheel framework, la centralità dei giovani, un focus sul ruolo e sulle responsabilità dei membri della comunità e la riduzione del danno, il progetto intende diminuire i comportamenti a rischio associati al consumo di alcol e sostanze, ridurre gli  atteggiamenti che conducono alla violenza sessuale e fisica tra i giovani in contesti ricreativi e nei confronti delle persone LGBTQI+ ed aumentare l'intenzione di intervenire da parte dei cittadini per prevenire o agire in situazioni di violenza contro le donne o la popolazione LGBTQI+. Le principali attività previste dal progetto sono: una ricerca partecipativa basata sulle best practices dell’Unione e un’analisi dei bisogni, la progettazione e implementazione di attività pilota, la valutazione del programma e l’attività di comunicazione e advocacy.

Il secondo progetto presentato è LILA (finanziato sul bando CERV-2021-DAPHNE), che presenta un consorzio composto da 4 soggetti tra cui ABD, il cui obiettivo generale è la pianificazione, l’implementazione e la valutazione di un programma di completo e adeguato sostegno per le donne sopravvissute alla violenza di genere e per i loro figli, sulla base delle loro esigenze individuali, prestando particolare attenzione a quelli derivanti dalla crisi sociale ed economica del Covid-19. Il progetto prevede una prima attività di ricerca, sul contesto nei diversi Paesi successivo al COVID-19 e di progettazione di un “Protocollo di intervento psicosociale dei programmi pilota”; la seconda attività riguarda il coinvolgimento, seguita dall’implementazione dei programmi pilota – che hanno avuto luogo in Catalogna, a Milano, in Tessalonica e nelle Fiandre; infine, la valutazione e l’attività di comunicazione. Gli impatti attesi del progetto riguardano le donne sopravvissute a violenza di genere (tra le 80 e le 200 donne coinvolte nel progetto), lo staff delle organizzazioni partner del progetto (formazione per 100 professionisti), gli stakeholders (coinvolgimento di 200 stakeholders) e cittadinanza (almeno 500 000 cittadini UE raggiunti dalla campagna di sensibilizzazione).

Il terzo progetto si chiama CUT ALL TIES (finanziato sul bando REC-RDAP-GBV-AG-2020) e ha affrontato la violenza di genere (GBV) attraverso la progettazione, l'implementazione e la certificazione di un programma di formazione ed educazione basato sulla gamification e sulle nuove tecnologie per sensibilizzare, prevenire e ridurre la GBV tra i giovani di 14-17 anni in sei scuole superiori di Barcellona, Madrid e Milano.

Al termine della presentazione di Lara Rot, è intervenuta Alexia Castaño – di Oxfam Intermón – la quale ha esposto il progetto ActZen, un intervento che intende aumentare la consapevolezza, creare uno spazio dedicato al dibattito e incoraggiare la partecipazione e azione civica e democratica tra i cittadini europei, specialmente nei giovani riguardo la crisi climatica e i suoi impatti in Europa e nel mondo. Tutto questo intende farlo attraverso un approccio eco-femminista. Il progetto, finanziato sul bando CERV-2022-CITIZENS-CIV, è ancora in corso ha una dotazione finanziaria di 263 140 € e coinvolge Oxfam Intermón (coordinatore) Oxfam Irlanda, Oxfam Belgio, Oxfam Danimarca, Maldita.es e WECF. Il focus è stato posto sull’approccio eco-femminista che è stato utilizzato nel pianificare e implementare il progetto: dall’approccio al progetto, nelle diverse attività – che vi invitiamo ad approfondire al sito del progetto – e nel metodo di lavoro. Si è fatto riferimento anche ad alcuni strumenti e risorse utili come la Oxfam Guide for Feminist Influencing ed altri documenti di WECF.

Infine, Alexia Castaño, ha introdotto alla rete dei NCPs anche il progetto WAKEUPRIGHTS – proposta vincitrice del bando CERV-2022-CITIZENS-VALUES e dotata di 3 674 290 € di finanziamento. Unico beneficiario è Oxfam Intermón, che si impegna attraverso il progetto a contribuire al supporto, potenziamento e rafforzamento delle OSC attive nella promozione e protezione dei diritti umani e dei valori dell’Unione europea, in particolare con riferimento ai 6 valori, identificati come maggiormente interessanti per gli scopi del progetto, quindi: la giustizia climatica, la cura, un lavoro dignitoso in un sistema produttivo equo, la diversità e la giustizia di genere, a protezione sociale e la mobilità delle persone. Gli obiettivi specifici del progetto fanno riferimento: allo sviluppo di un processo di supporto continuo e di collaborazione teso al rafforzamento delle capacità delle OSC interessate; allo sviluppo di un meccanismo trasparente e semplificato per il supporto economico e finanziario delle attività delle OSC; assicurare l’accesso al supporto offerto sia in termini di aumento delle capacità e competenze, che finanziario a favore delle organizzazioni attive a livello locale. Molto interessante ed efficace è il metodo di finanziamento a terze parti previsto dal progetto, che permette di finanziare organizzazioni di diverse dimensioni, a partire dalle più piccole. Vi invitiamo a consultare il sito dedicato al progetto. Oltre all’illustrazione dei diversi metodi e step che sono stati seguiti per strutturare il finanziamento a cascata, all’interno della presentazione sono stati citati anche alcuni suggerimenti che risultano molto utili per chi volesse in futuro rispondere ad un bando dedicato ad intermediari.

Abbiamo trovato questi progetti particolarmente interessanti e stimolanti, Vi consigliamo quindi di approfondirli, per cogliere elementi che possano anche essere utili alle vostre future proposte.

Buon lavoro!


Potresti essere interessato anche...

13.12.2022

Bando Daphne per la lotta alla violenza di genere e contro i minori (bando per intermediari)

TOPIC ID: CERV-2023-DAPHNE La Commissione Europea, direzione generale Giustizia, ha lanciato il bando Daphne ed è ora possibile presentare proposte progettuali da parte di intermediari, volte a prevenire e combattere la violenza di genere e la violenza contro i bambini. La call finanzierà, per un budget complessivo di circa 25 milioni di Euro,  un certo numero […]
LEGGI DI PIÙ
02.03.2023

Bando Daphne - Versione italiana

Per facilitare la presentazione delle proposte progettuali, la Direzione Generale Giustizia e Consumatori della Commissione Europea ha pubblicato la versione ufficiale, in lingua italiana, del testo del bando Daphne. Vi auguriamo buon lavoro!
LEGGI DI PIÙ
17.11.2023

Il punto di contatto nazionale all'evento "Al passo e di pari passo"

La Fondazione Alessia Ballini ha organizzato un evento rivolto alle giovani amministratrici e ai giovani amministratori per presentare strumenti e pratiche volte a formare una Pubblica Amministrazione che rispetti la parità di genere. L'evento "Al passo e di pari passo" - che avrà luogo Mercoledì 22 Novembre 2023 presso Palazzo Strozzi Sacrati nella Sala Pegaso […]
LEGGI DI PIÙ

Iscriviti alla Newsletter di CERVitalia.info

Vuoi ricevere in anteprima aggiornamenti sul programma CERV,  informazioni sui nuovi bandi,  i risultati dei progetti e gli eventi? Iscriviti alla nostra newsletter!